Incidente ad Israele: sul monte Meron 44 morti nella tragedia di Lag Baomer

Almeno 44 persone sono rimaste uccise ieri giovedì 29 Aprile, e 150 persone sono rimaste ferite durante la notte, dopo che una gran folla si è riunita alla cerimonia religiosa al Monte Meron per la festa di Lag Ba’omer.
Le operazioni di soccorso sono ancora in corso questa mattina per evacuare le decine di migliaia di ebrei ultra-ortodossi che si erano affollati alla tomba del Monte Meron del saggio del II secolo Rabbi Shimon Bar Yochai per le commemorazioni annuali di Lag Baomer che includono la preghiera e i balli e i canti mistici che si protraggono per tutta la notte. La maggior parte dei morti si diceva appartenesse alla setta hassidica Toldot Aharon, con sede a Gerusalemme.

L’amministratore delegato di United Hatzalah, Eli Pollack, ha dichiarato al Jerusalem Post che l’incidente è avvenuto quando una grande folla di persone si è riversata in un complesso chiuso, portando decine di persone sono rimaste schiacciate contro le recinzioni. Pollack ha aggiunto che le persone erano venute alle celebrazioni entusiaste di poter finalmente festeggiare come erano soliti fare dopo un anno di gestione dell’epidemia di coronavirus, e ha sottolineato come la grande gioia sia stata improvvisamente rotta dal disastro.

Lag Ba’omer chi è la setta hassidica Toldot Aharon

La setta hassidica i cui membri sono rimasti coinvolti nell’incidente si chiama Toldot Aharon ed è forse la più chiusa, ben organizzata e coesa dei gruppi che compongono la comunità haredi d’Israele, ovvero gli Ultra Ortodossi dell’Ebraismo.

La maggior parte dei morti e dei feriti nel tumulto di Lag Ba’omer sul monte Meron appartengono dalla setta hassidica Toldot Aharon, che ha sede a Gerusalemme. La fuga ha avuto luogo durante l’accensione del falò da parte dell’attuale Rebbe (il Rabbino leader). È forse il più isolato, chiuso e ben organizzato dei gruppi che compongono la comunità haredi (ultraortodossa) e qualsiasi tipo di intervento nei suoi affari interni equivale a una totale violazione delle regole della comunità.
La setta hassidica è stata fondata a Gerusalemme dal rabbino Aharon Roth nel 1928 come propaggine di Satmar, un movimento hassidico nato in Germania. Nel 1942, poco prima che la Germania nazista invadesse l’Ungheria, Roth e i suoi seguaci fuggirono dall’Europa per la Terra Santa.
Oggi, gli hassidim di Toldot Aharon vivono nel cuore di Gerusalemme nonostante la loro ferma opposizione al sionismo. Hanno sviluppato ampie barriere sociali e culturali per proteggere la loro comunità dal vivace secolarismo di Jaffa Road e Ben-Yehuda Street, situate a meno di un chilometro di distanza.


Fonti:

  • Jerusalem Post
  • https://www.aljazeera.com/
Translate into your language
Main Topics
ASH’s Newsletter