Luna di Sangue, un’altra eclissi di Luna

Luna di Sangue 2018: l’eclissi più lunga del secolo

Evento speciale alla fine del prossimo mese, con un’eclissi lunare totale che si potrà ammirare anche dall’Italia. Quella del 27 luglio sarà una notte da segnare sul calendario, in quanto ci sarà anche Marte a dare spettacolo, così visibile come non accadeva dal 2003.

Il 27 luglio, quando la Luna si nasconderà dalla luce del Sole dentro l’ombra della Terra, si troverà alla massima distanza dalla Terra. Sarà quindi la cosiddetta ‘miniluna’, cioè la più piccola Luna piena dell’anno. La fase totale dell’eclissi durerà circa 103 minuti e sarà la più lunga del secolo.

Era dal 2015 che non c’era un’eclissi importante. L’evento sarà completamente visibile a occhio nudo, anche dall’Italia e raggiungerà la fase massima alle 22.23. Il satellite si troverà nella parte bassa dell’orizzonte, assumendo quelle tonalità bronzee che le danno il nome popolare di Luna rossa.

A poca distanza dalla Luna, farà la sua figura pure Marte, generalmente difficile da osservare con i telescopi. In quella stessa notte raggiungerà infatti l’opposizione, mentre sarà prossimo alla sua minima distanza dal Sole.

La fase totale dell’eclissi di questa “Luna di Sangue” durerà 1 ora e 43 minuti, durante i quali il satellite naturale terrestre assumerà un colore rosso o rubicondo. Dall’inizio alla fine, l’intero evento celeste durerà circa 4 ore.
L’eclissi non sarà visibile dal Nord America, tranne che tramite webcast. Ma potrà essere ammirata in gran parte dell’Africa, del Medio Oriente, dell’Asia meridionale e della regione dell’Oceano Indiano.

L’eclissi lunare totale di luglio si verificherà lo stesso giorno in cui il pianeta Marte raggiungerà la sua opposizione, quando brillerà al suo massimo nel cielo notturno. Era dal 2003 che Marte non era stato così vicino alla Terra come in questo mese. Dopo l’opposizione, quando Marte sarà più luminoso, raggiungerà il punto più vicino il 31 luglio.

A differenza delle eclissi solari, non si ha bisogno di attrezzature speciali per osservare le eclissi lunari. Questi ultimi eventi, che si verificano quando la luna passa nell’ombra della Terra, si possono vedere direttamente ad occhio nudo, con telescopi o binocoli.

La luna diventa di un rosso intenso o bruno-rossastro durante le eclissi, invece di andare completamente al buio. Questo perché parte della luce solare che attraversa l’atmosfera terrestre è piegata attorno al bordo del nostro pianeta e cade sulla superficie lunare. L’aria della Terra disperde anche più luce a lunghezza d’onda più corta (in colori come il verde o il blu); ciò che rimane è la lunghezza d’onda più lunga, la parte più rossa dello spettro.

Una Luna Piena

Questa eclissi si svolgerà su Tu B’Av, il 15° giorno del mese di Av secondo il calendario Ebraico. È interessante notare che un’eclissi lunare o una “luna di sangue” possono, per definizione, verificarsi solo il quindicesimo giorno di un mese ebraico, cioè quando c’è la luna piena.

Di solito, il Talmud ci riporta che un’eclissi lunare è considerata un brutto segno per gli Ebrei, dal momento che calcoliamo i mesi in base al ciclo lunare. Tuttavia, la luna piena è considerata un segno positivo per lo stesso motivo.

Alla fine, ci viene ricordato dalle parole dei saggi che “quando gli Ebrei eseguono la volontà di DIO, non devono preoccuparsi dei presagi o dei fenomeni celesti”, Così dice il SIGNORE, “Non spaventarti per i segni che provengono dai cieli. ‘” (Bible, Book of Jeremiah 10, 2)

La Luna Piena e il 15 del mese di Av

Il Rabbino Lubavitcher indica un’interessante connessione tra la Luna e il 15 di Av. Da una parte, i mistici spiegano che il significato fondamentale del giorno è che sarebbe la prima Luna piena dopo il giorno più triste del calendario Ebraico, il 9 di Av, che segna la distruzione del Tempio Santo di Gerusalemme. Quindi, poiché calcoliamo i mesi in base al ciclo lunare e poiché la nazione ebraica è paragonata alla luna, celebriamo questo giorno molto significativo.

Infatti il 15° giorno del mese segna effettivamente il momento in cui la Luna inizia a calare. Se dovessimo imparare una lezione dalla Luna di inizio mese, sarebbe quella di incrementare sempre la nostra luce—ma quale lezione possiamo imparare dalla luna del 15 del mese, quando inizia a diminuire?

Per rispondere a questo, si deve considerare che c’è una differenza tra l’incompletezza della luna durante il tempo in cui cresce e quello in cui cala. Nella prima metà del mese in cui la luna cresce, la sua incompletezza è un segno che manca ancora qualcosa nel nostro lavoro per portare luce a noi stessi e al mondo che ci circonda. Una volta raggiunta la metà del mese, la Luna piena è un segno che abbiamo raggiunto la nostra piena luminosità, sia nel nostro servizio a DIO, sia nel portare luce al mondo.

C’è comunque un problema: più una persona cresce e diventa luminosa, più l’ego rischia di iniziare a prosperare. Sappiamo che la vera spiritualità può solo restare in coloro che sono umili di spirito. Quindi, una volta raggiunta la metà del mese, è ora di lavorare sull’ego. Non vogliamo, ci mancherà il cielo, sminuire i nostri sforzi per rendere il mondo un posto più luminoso, ma lavoriamo per sminuire i nostri sentimenti di superiorità spirituale e importanza personale. È questa umiltà che è simboleggiata il calare della luna nella seconda metà del mese.

This correlates with the Talmud’s statement that from the 15th of Av and on, the nights start getting longer, and it is an opportune time to increase in one’s learning of Torah at nighttime. This can be understood metaphorically as well: increase in one’s feeling of humility while learning Torah, for it is only through humility that one can really reach the essence of the Torah.

Questo si correla con la dichiarazione del Talmud che afferma che dal 15 del mese di Av e in poi, le notti iniziano ad allungarsi, ed è un momento adeguato per aumentare l’apprendimento della Bibbia nelle ore notturne. Questo può essere compreso anche metaforicamente: aumenta il sentimento di umiltà mentre apprendi la Legge di DIO (Torah), perché è solo attraverso l’umiltà che si può davvero raggiungere l’essenza della Parola del SIGNORE.

Tags: , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.