Matteo 5, 21-24

21 Avete inteso che fu detto al popolo molto tempo fà: “Non uccidere, e chi avrà ucciso sarà sottoposto a giudizio.” 22 Ma io vi dico che chiunque si adira con il proprio fratello o la propria sorella sarà sottoposto a giudizio. E ancora, chiunque dice al fratello o alla sorella: “Raca”[a], sarà sottoposto al sinedrio. E chi gli dice: “Sei pazzo!”, sarà in pericolo di finire nel fuoco della Geenna.

23 Se dunque presenti la tua offerta sull’Altare[b] e lì ti ricordi che tuo fratello o tua sorella ha qualche cosa contro di te, 24 lascia lì il tuo dono davanti all’Altare e va’ prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna ad offrire il tuo dono.

 

[a] Una parola Aramaica che significa “disprezzare”

[b] Riferito all’Altare del Tempio, dove i sacrifici sono offerti a DIO.

Tags: ,

No comments yet.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.