Binah: La Comprensione

Come l’uomo vitruviano (disegno a penna e inchiostro su carta di Leonardo da Vinci), la Scala verso l’illuminazione può essere meglio compresa se analizzata attraverso le similitudini con le parti del corpo umano. La corona (Kether) si trova sopra la testa e i piedi sono Malkut, “fondamenta” e stabilità a terra.

Binah dall’ebraico בינה significa “comprensione “, è la sephira che si trova al primo livello sotto Keter, di fronte a Chokhmah e direttamente sopra Geburah, e per raggiungerla vengono indicati quattro percorsi: da Keter, da Chokhmah, da Gevurah e da Tiphereth.

Secondo lo Bahir: “tesoro della saggezza, incavata dello Spirito di DIO, scolpita dallo spirito di DIO. Questo insegna che DIO ha scolpito tutte le lettere della Torah, incidendole con lo Spirito, gettandovi dentro le sue forme”.
Binah è la “comprensione intuitiva”, o la “contemplazione”. È paragonata a un “palazzo di specchi” che riflette il punto di luce puro di Chokhmah, la saggezza, aumentandola e moltiplicandola in una varietà infinita di modi. In questo senso, è chiamata la “cava”, perchè viene scavata dalla luce della saggezza. È il grembo materno, che dà forma allo Spirito di DIO. Sul piano psicologico, Binah è “sapienza elaborata”, conosciuta anche come ragionamento deduttivo. È davar mitoch davar, ovvero il comprendere un’idea da un’altra idea. Mentre Chokhmah è l’intelletto che non emana dal processo razionale (è ispirato o insegnato), Binah è il processo razionale che è innato nella persona che lavora per sviluppare pienamente un’idea.

Binah appartiene al lato sinistro dell’albero e quindi sephira femminile come afferma il Bahir: “Perché tu la chiamerai comprensione di madre”. I testi classici ebraici affermano che Binah yeterah natun l’nashim (“una misura in più di Binah è stata data alle donne”).

I Quattro Mondi (ebraico: עולמות Olamot, singolare: Olam עולם), sono i regni spirituali nella Cabala, nella catena discendente dell’Esistenza. Il concetto di “Mondi” denota l’emanazione della forza vitale dall’Ein Sof Divino Infinito, attraverso progressivi, innumerevoli tzimtzumim (occultamenti/velature/condensazioni). I loro nomi sono letti da Isaia 43, 7: Atziluth (“Emanazione/vicinanza”), Beriah (“Creazione”), Yetzirah (“Formazione”), e Asiyah (“Azione”).

 

Le chiavi per aprire Binah

 

  1. Attributo:
    SAPIENZA –
  2. Personaggi Biblici associati:
    ADAMO
  3. Parte del corpo associata:
    EMISFERO SINISTRO DEL CERVELLO L’elemento associato a questa sephira è l’emisfero sinistro del cervello.

 

Attributi chiave di Binah

 

L’Attributo Divino per coloro che acquisiscono Binah è:

  1. Completo pentimento :
    •Nel testo medievale il Tomer Devorah, Moses ben Jacob Cordovero chiarendo le qualità etiche associate ad ogni sefira da cercare di replicare, associa a Binah l’attributo del completo pentimento. “Così come Binah addolcisce tutte le severità e neutralizza la loro asprezza, ognuno si dovrebbe pentire e correggere tutti i propri difetti”.

Sephitorh collegate a Binah

 

  1. Tiphareth (tramite 70 – ayin – ע‎ ‎ )
  2. Geburah (tramite 90 – tsadi – צ‎)
  3. Chokmah (tramite 200 – resh – ר‎)
  4. Kether (tramite 400 – tav – ת‎)

 

I 3 Post per avere Comprensione (Binah)
Hillel Il Vecchio
Hillel Il Vecchio
Gilgul: il concetto di reincarnazione secondo la Cabala Ebraica
Gilgul: il concetto di reincarnazione secondo la Cabala Ebraica
Il Terzo ed Ultimo Tempio di Gerusalemme
Il Terzo ed Ultimo Tempio di Gerusalemme

Translate into your language
Main Topics
ASH’s Newsletter